Progetto CMR con Sportium per il nuovo stadio del Calcio Padova

Data 7 gennaio 2019

Categorie News

progetto_cmr

Dopo il successo del progetto per il nuovo stadio del Cagliari Calcio, Progetto CMR insieme a Sportium firma il concept del nuovo stadio del Calcio Padova

 

“E’ un impianto che va oltre lo stadio, un’opera per il futuro di Padova che creerà posti di lavoro e rivoluzionerà l’area”: con queste parole il Presidente del Calcio Padova, Roberto Bonetto, ha presentato il progetto del nuovo stadio della sua squadra.

Il progetto dello stadio porta la firma di Sportium e si inserisce all’interno di un più ampio intervento di riqualificazione dell’area che circonda lo stadio, che comprende la futura Cittadella dello Sport, sviluppata dallo Studio Architetto Asci, e un Retail Park, progettato da IPT Project.

 

Il nuovo stadio sorgerà al posto dell’esistente stadio Euganeo, mettendo a disposizione della città di Padova una struttura innovativa e in linea con i più alti standard di funzionalità e sicurezza previsti dalla UEFA. Al fine di limitare al minimo l’impatto delle operazioni di demolizione dell’impianto esistente e di realizzazione di quello nuovo, l’intervento prevede che le due attività procedano in parallelo e per fasi successive, evitando così che la squadra resti priva di uno stadio in grado di ospitare le partite.

Il concept architettonico del nuovo stadio, frutto del team di Progetto CMR (partner fondatore di Sportium), parte da alcuni elementi tipici della città di Padova per ricreare una relazione forte e simbiotica con il contesto: l’acqua, che ha ispirato le forme sinuose e flessuose del landscape che circonda lo stadio, e i tradizionali portici, che vengono rivisitati creando un percorso attorno all’impianto totalmente permeabile e accessibile. Infine, le strutture delle tribune del nuovo stadio sono state concepite riprendendo le forme dello stadio Appiani, simbolo della città di Padova.

 

All’interno, grande attenzione è stata naturalmente riservata all’esperienza degli spettatori: le sedute e gli spalti sono stati studiati con l’obiettivo di massimizzare la vista da tutte le angolazioni possibili, per offrire un’esperienza di tifo totalmente immersiva grazie anche alla scelta di eliminare la pista di atletica intorno al campo da gioco.

L’impianto del nuovo stadio, progettato per una capienza di 16.500 spettatori, ospiterà anche attività complementari come il museo della squadra, negozi e ristoranti, trasformandolo da un complesso fruibile solo durante le manifestazioni sportive ad un nuovo luogo di ritrovo, attivo tutti i giorni.

 

Go to TopBack to BlogCerca nel testo

This is a unique website which will require a more modern browser to work!

Please upgrade today!