Massimo Roj a Retail Investments 2010

Data 3 giugno 2010

Categorie News

Corea – Si è tenuto oggi a Seul, il REC Retail Investments 2010, uno dei maggiori eventi internazionali organizzato dal Real Estate Committee of the European Union Chamber ofCommerce (REC), che ha visto la partecipazione dei principali protagonisti del mondo del retail, tra cui l’architetto Massimo Roj, unico rappresentante europeo presente all’incontro.

Massimo Roj, fondatore e amministratore delegato di Progetto CMR, è intervenuto al dibattito sottolineando l’importanza sempre maggiore a livello mondiale dell’architettura e del design dei centri commerciali, sia dal punto di vista sociale che da quello economico.

Attraverso un breve excursus sullo sviluppo degli spazi dediti al commercio, a partire dalla classica agorà greca, passando attraverso gli Hutong caratteristici della città di Beijing (dove Progetto CMR è presente con un ufficio da otto anni ), fino ad arrivare ai più recenti Shopping Mall, l’architetto Roj ha evidenziato come questi luoghi di aggregazione sociale ed economica possano diventare un nuovo motore di crescita e di sviluppo per le città.

Nel suo intervento dal titolo “Trends in European Shopping Mall design” Massimo Roj ha ricordato la centralità degli utenti finali a cui sono rivolti i progetti, coloro che realmente vivono tali spazi.

In linea con la filosofia di Progetto CMR, che, da sempre, pone l’uomo al centro, creando architetture utili e fruibili, a scala umana, che si integrano con la realtà urbana circostante, senza perdere di vista il rispetto dell’ambiente e della cultura locale.

Go to TopBack to BlogCerca nel testo

This is a unique website which will require a more modern browser to work!

Please upgrade today!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi