GEOPOLITICA DEL MADE IN ITALY

Data 28 giugno 2014

Categorie News

Un incontro che diventa riflessione sul legame tra architettura nostrana, presenza delle grandi imprese italiane nel mondo e trasformazione del modello del distretto industriale.

Un percorso per seguire il cammino della nostra architettura oltre i confini nazionali, una sfida globale per la delocalizzazione delle attività produttive, una missione di qualità per il progetto architettonico Made in Italy nel mondo.

Organizzato da IN/ARCH e Limes, il convegno “Geopolitica del Made in Italy. Imprese e progettisti nella globalizzazione”ha affrontato i temi di dialogo tra impresa e cultura, grazie ad un prestigioso tavolo di discussione. Insieme all’arch. Roj sono intervenuti Adolfo Guzzinipresidente IN/ARCH, Carlo Calendavice ministro dello Sviluppo economico, Paolo Buzzetti, presidente Ance, Roberto Snaidero, presidente di FederlegnoArredo, Patrizia Lotti, presidente Oice, Emilio Mussini, consigliere di Confindustria Ceramica, Luca Zevi,curatore del Padiglione Italia alla Biennale di Architettura 2012, Aldo Norsa, Iuav, e Paolo Desideri, Università di Roma Tre.

Go to TopBack to BlogCerca nel testo

This is a unique website which will require a more modern browser to work!

Please upgrade today!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi